ROMEO AND JULIET regia Alexander Zeldin

http://www.tgcom.mediaset.it/spettacolo/articoli/articolo483173.shtml

INTERVISTA TGCOM

 

”Lo spettacolo ha dei meriti, innanzitutto quello di aver messo in

luce un eccellente Romeo ed una brava Giulietta. Il giovane Montecchi

adurata dello spettacolo si staglia prepotentemente sul palco come un

animale in gabbia, interpretando un Romeo vigoroso e combattivo.”

IL GIORNALE

 

“Tra gli interpreti si distingue senza dubbio il bravo Enzo Curcurù,

che riesce a infondere a Romeo misuratamente impeto e ingenuità

necessari a restituire al personaggio l’umus giovanile che la fisicità

prorompente dell’attore potrebbe compromettere”  

Gianmarco Cesareo   TEATRO.ORG                   

 

“Gli impeti di Giulietta,Anissa Daoud, e di Romeo, Enzo Curcurù, 

il loro essere estremi, ebbri di vita e desiderio, si accendono in una 

periferia del mondo tra muri grigi , immondizie e brandelli di carta 

che cadono dall’alto come tulle, due esseri sconquassati da un 

sentimento irruente e totalizzante.Lo spettacolo vive della freschezza 

dei due protagonisti.”  

Magda Poli  CORRIERE DELLA SERA

                                                         

“La vigorosa prova dell’italiano Enzo Curcurù”

Stefano De Stefano  CORRIERE DEL MEZZOGIORNO NAPOLI

                                                                            

“A dare il volto, il corpo ed il suono alla figura di Romeo 

è stato l'italiano Enzo Curcurù che, come un animale imbizzarrito, 

sul palco, ha dato sfogo del suo amore verso la bella e ribelle 

Giulietta (la franco-tunisina Anissa Daoud) con impeto, foga e veemenza.”  

Monica Pezzella   OLTRECULTURA

                           

“Impossibile non sottolineare la bravura di Romeo, Enzo Curcurù,”  

Emanuela Ferrauto  CRITICA TEATRALE

                             

“Una scena squassata per un sentimento squassante al quale danno

anima e corpo i due generosi protagonisti Enzo Curcurù e Anissa Daoud.”   

Giuseppe Di Stefano IL SOLE 24 ORE

 

Venerdì di Repubblica